Luigi Lupi

Luigi Lupi (Ferrara 1768 – Torino 1844) faceva il  garzone di drogheria quando conobbe Carla figlia del celebre marionettista e burattinaio Francesco Jacoponi (1760-1842); fu Carla ad insegnare il mestiere a Luigi. Dopo il matrimonio, nel 1818, si trasferirono a Torino, allora capitale Regno Sabaudo, città culturalmente fervida e ricca di teatri.

Inizialmente Luigi lavorò grazie ad un teatrino mobile di sua invenzione, molto pratico per la velocità di montaggio e smontaggio.

Intorno al 1820 debuttò al teatro di San Martiniano di Torino con un copione ispirato ad una commedia di Carlo Goldoni, “La Gastalda Veneziana”.

La maschera tipica dei Lupi era quella di Arlecchino utilizzata come protagonista nella maggior parte degli spettacoli.Attorno al 1840  i Lupi dapprima affiancano poi sostituirono ad Arlecchino, Gianduia in tutte le produzioni. Dal repertorio tipico di una compagnia lombardo-veneta si passò ad uno più tipicamente sabaudo e piemontese valorizzando i lavori di Giovanni Toselli autore di prosa in dialetto piemontese.

Dalla collezione Zanella-Pasqualini – Teatrino dell’Es

Gianduia di Luigi Lupi
Brighella di Luigi Lupi
Cyrano de Bergerac / Gerolamo di Luigi Lupi

Bibliografia

Sito marionette Maurizio Lupi
Il Museo dei Burattini – Collezione Zanella-Pasqualini

Comments are closed.